top of page
  • CA

La vita è così...normale, prima che accada qualcosa.


Quale valore può avere l'essere previdenti?


Gli invalidi in Italia

Nel nostro Paese, nel 2019, le persone con disabilità -ovvero che soffrono a causa di problemi di salute, di gravi limitazioni che impediscono loro di svolgere attività abituali- sono 3 milioni e 150 mila (il 5,2% della popolazione). Ogni anno diventano para e tetraplegiche nel nostro paese dalle 1.500 alle 2.000 persone (almeno quattro/cinque al giorno), con un'età per i 2/3 inferiore ai 60 anni.


Perché pensare ad una copertura di NON AUTOSUFFICIENZA?

Potrebbe bastare dare un'occhiata ai numeri. Ogni anno in Italia ci sono oltre 150.000 invalidi a causa degli incidenti stradali. Di questi, il 63% sono uomini, per il 57% hanno un'età compresa tra i 25 e i 59 anni e un terzo del totale ha riportato un'invalidità pari al 100 per cento. Tra gli invalidi "gravissimi" 32.436 persone sono finite in coma, 5.600 in stato vegetativo, 11.434 sono rimaste tetraplegiche e 3.267 paraplegiche. In Italia sono circa 70mila le persone con esiti di lesione al midollo spinale di cui i 2/3 hanno una età inferiore ai 60 anni Ogni anno in Italia diventano para o tetraplegiche circa 2.500 persone, di cui il 45% a causa di incidenti stradali, il 20% a causa di incidenti sul lavoro, il 10% a causa di incidenti sportivi, il restante 25% per diverse cause tra cui le armi da fuoco.


In che modo tutelare gli anziani:

oggi sono 13 milioni e il numero aumenterà considerevolmente

Italia il numero di over 65 è superiore a qualsiasi altro Paese europeo. Si tratterebbe di investire pochi euro per assicurare assistenza ai più fragili, che vivono soprattutto al Sud e nelle isole. Germania e Francia lo fanno da più di 20 anni. E conviene. A tutti. Si consideri che il costo medio di una retta mensile in RSA è pari A € 1.800, a fronte di una pensione media pari a €1.285,44 euro.


L'Italia è il paese con più anziani in Europa e il secondo al mondo preceduto solo dal Giappone

Gli over 65 sono 13 milioni, il 23,5% della popolazione italiana, con un’aspettativa di vita di 80 anni per gli uomini e 85 per le donne. Eppure se solo investissimo pochi euro all’anno nell’assistenza socio-sanitaria per le persone anziane (detta anche LTC Long Term Care) potremmo assicurare a loro (e anche a noi) oltre che longevità anche una qualità di vita migliore, così come avviene in Svezia e Germania. In Italia, invece, quasi tre milioni di over 65 non sono autosufficienti e 1,2 milioni dichiara di non ricevere aiuti sanitari adeguati. Ad oggi oltre un milione di over 65 dichiara di vivere da solo e con un livello di aiuti insufficiente mentre 100.000 anziani si trovano in condizioni di povertà economica, molti dei quali con pensioni inferiori ai 700 euro.



INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI



19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page